News
Home > News > Record di trapianti al San Camillo: 10 in 8 giorni.

Record di trapianti al San Camillo: 10 in 8 giorni.

Al POIT 6 reni e 4 fegati hanno donato una nuova vita ai pazienti in attesa.

Fotografia
Maratona di trapianti nello storico nosocomio romano, dove in poco più di una settimana sono stati eseguiti 10 interventi di trapianto. In particolare, con gli ultimi consensi alla donazione arrivati da Calabria e Lazio, è stato possibile concedere nuova vita a sei reni e quattro fegati.
 
E’ la sintesi dello straordinario sforzo compiuto dal P.O.I.T. (Polo Ospedaliero Interaziendale Trapianti) la struttura integrata tra l’Istituto Spallanzani e l’Ospedale San Camillo-Forlanini, isituita con DGR Regione Lazio n. 159/2007, deputata ai trapianti di fegato, rene e rene/pancreas e diretta dal Prof. Giuseppe Maria Ettorre.
 
Effettuare un così alto numero di trapianti in poco tempo, garantendo le altre attività, comporta uno sforzo organizzativo che solo pochi ospedali in Italia sono in grado di assicurare.
 
L'attività trapiantologica al San Camillo non si è mai fermata tanto che quest'anno sono già 83 i trapianti effettuati (42 di fegato e 41 di rene, di cui uno rene+pancreas).
 
Anche in piena emergenza pandemica, quando l’Italia intera si fermò, nefrologi, epatologi, anestesisti e chirurghi, insieme a tutto il personale infemieristico e ausiliario, coinvolti nei trapianti nell'Ospedale Gianicolense. hanno realizzato percorsi sicuri e assicurato continuità di intervento con processi controllati e sicuri per pazienti e personale sanitario nelle sale operatorie e nel reparto di degenza.
 
«Un ringraziamento sincero alle famiglie dei donatori e auspico che sempre più persone abbiano questa sensibilità nei confronti del prossimo perché la richiesta di organi purtroppo è sempre maggiore della disponibilità  – aggiunge il Dott. Giuseppe Iaria, Responsabile della U.O.S Trapianto di Rene   –  inoltre un grazie doveroso anche al grande lavoro svolto dal personale coinvolto nelle donazioni: medici, infermieri, ausiliari, forze dell'ordine, corrieri, autisti di ambulanza, i piloti di aereo e altri ancora, perché la buona riuscita di ogni trapianto è possibile solo in presenza di un grande lavoro di squadra ».
Visualizza il documento Otto trapianti in sei giorni al POIT del San Camillo - Spallanzani Collegamnto esterno Otto trapianti in sei giorni al POIT del San Camillo - Spallanzani
Stampa la pagina