News
Home > News > Natale, tempo di Panettone ... anche per chi è in dialisi?

Natale, tempo di Panettone ... anche per chi è in dialisi?

Sei consigli pratici e salutari per pranzi e cenoni, all'insegna dell'inclusione.

Fotografia
Le imminenti feste natalizie, sia pur rivisitate dai DPCM, rappresentano senz'altro un'occasione gioiosa ma allo stesso tempo cruciale per chi quotidianamente è costretto a continue restrizioni, come le persone che necessitano regolarmente di dialisi.

Infatti stare con amici e familiari fa bene all'anima: è come un gradito promemoria che c'è un mondo meraviglioso che gira ancora oltre il faticoso programma di trattamenti e appuntamenti del centro dialisi... ma è importante rimanere in buona salute anche durante le feste e bilanciare il tutto può sembrare difficile.

Il cibo serve a tanti scopi nella nostra vita. È molto più di un semplice nutrimento, rappresenta cultura, tradizione e celebrazione. Può simboleggiare la comunità e la famiglia. Per le persone in dialisi, mantenere queste funzioni aggiuntive della alimentazione può contribuire a sentirsi più sane e godersi la vita, viceversa l'allontanamento dal convivio o la estrema diversificazione del menu determina un pericoloso “decondizionamento” del sentirsi bene.

Ma poi in pratica...
come resistere al ripieno dei tortellini o alla lasagna della zia?
o al cappone natalizio di manzoniana memoria piuttosto che al tradizionale arrosto o al vitello tonnato di famiglia?
e pure un brindisi alla buona salute sembra d'obbligo!

Quegli ingredienti, più o meno "segreti", ed i piatti irresistibili, ma non del tutto salutari, sembrano tutti tranelli per la dieta di chi fa dialisi.

Certamente ospiti e familiari potrebbero aiutare anticipando ai pazienti in dialisi invitati cosa aspettarsi da tavola in modo da concordare eventuali variazioni, inoltre con un po' di ricerca e di pianificazione si ridurrà di molto la possibilità che il menù festivo si concluda come un disguido natalizio. Anche il nutrizionista potrà aiutare i pazienti e le loro famiglie a gustare insiem i cibi preferiti rimanendo sani, e comunque qui di seguito si propongono sei buone idee:
  1. Le dimensioni delle porzioni sono importanti. Una porzione di manzo, pollo o pesce, ad esempio, ha le dimensioni e lo spessore del palmo della tua mano. Una tazza di frutta ha le dimensioni di una palla da baseball. Una porzione di riso ha le dimensioni del mouse di un computer.
  2. Il sale è un ingrediente fondamentale nel mantenimento del giusto equilibrio di liquidi per le persone in dialisi. Limitare l'assunzione di sodio aiuta a controllare la sete, il che rende più facile gestire l'assunzione di liquidi. Considera, oltre alla saliera sul tavolo, quanto sale è stato utilizzato nella preparazione dei piatti. Salse e condimenti sono altre fonti comuni di sodio.
  3. I brindisi possono creare problemi alle persone in dialisi, portando all'accumulo di liquidi in eccesso nel corpo. Apparecchiare la tavola con piccoli bicchieri potrebbe aiutare l'ospite affetto da malattie renali  a limitare l'assunzione di liquidi e rimanere in compenso. La maggior parte delle persone in dialisi dovrebbe limitare l'assunzione di liquidi a circa 1 litro al giorno.
  4. Il potassio è importante per il corretto funzionamento dei muscoli, compreso il cuore, ma troppo potassio può essere pericoloso per le persone che hanno insufficienza renale. Il potassio si annida in molti cibi comuni: frutta e verdura fresca soprattutto ma anche frutta secca e legumi. Frutta e verdura in scatola o cotte hanno un contenuto di potassio inferiore rispetto alle loro controparti fresche. Cibi a basso contenuto di potassio come riso, fagiolini, ripieno e torta di mele sono scelte migliori.
  5. Calcio e fosforo contribuiscono insieme a numerosi processi organici, ma anche il loro eccesso potrebbe essere un problema. La maggior parte dei pazienti in dialisi assume chelanti del fosforo durante i pasti principali, ma non bisogna esagerare con il latte e i suoi derivati. Anche le bevande, particolarmente quelle scure, possono anche essere una fonte di fosforo. Scegliere tra le varie ricette per evitare di sconvolgere questo delicato equilibrio non è difficile.
  6. I pazienti in dialisi potrebbero contribuire alla riuscita di un buon pranzo natalizio sforzandosi di mantenere un equilibrio nel loro apporto complessivo di nutrienti per la giornata. Servire condimenti e salse a parte e consentire agli ospiti di aggiungere (secondo le proprie “possibilità”!) sale o altri condimenti a tavola aiuterà i pazienti a gestire più facilmente le loro scelte alimentari mentre si godono i loro piatti preferiti delle vacanze.
L'inclusione sempre e mai l'esclusione!

L'aspetto sociale della celebrazione delle Feste è importante anche per le persone in dialisi, pertanto essere consapevoli della loro condizione e necessità, anche dietetica, le aiuterà a godersi le vacanze in famiglia e a rimanere in salute. In sostanza un buon anticipo sul tema del “World Kidney Day 2021” che appunto avrà come tema il “Vivere bene con una malattia renale”.

In caso di dubbio, chiedi! Le persone in dialisi conoscono le loro esigenze nutrizionali e sicuramente apprezzeranno il tuo interesse e il tuo sostegno.

.. quasi dimenticavo: "e il panettone?" Un piccolo pezzetto a fine pasto ci può stare.. se possibile scegli quello senza uvetta!
Visualizza il documento A Christmas Dialysis Vignette Collegamnto esterno Kidney-friendly eating at every stage
Stampa la pagina