News
Home > News > Maddie Warren ce l’ha fatta!!! Ieri ha percorso i 42 Km senza reni!

Maddie Warren ce l’ha fatta!!! Ieri ha percorso i 42 Km senza reni!

La prima donna in dialisi a correre la storica "London Marathon".

Fotografia
Il motto della maratona, cui hanno partecipato oltre 41.469 runners, è stato #SpiritOfLondon.
A tagliare il nastro alle ore 10 in punto locali Sua Maestà la Regina in persona, che nel giorno del suo 92°compleanno  in una mise tutta rosa, è salita su un podio davanti alla Torre Rotonda nel parco del Castello di Windsor per premere il pulsante di avvio. Ma oltre a quelle della Royal Family (variamente impegnata nel corso della manifestazione), di Eliud Kipchoge (vincitore assoluto) e di Vivian Cheruiyo (vincitrice femminile) molte sono state le storie raccontate ieri…

Il tema #SpiritOfLondon ha messo in evidenza le storie dei corridori, dei campioni, dei volontari e dei sostenitori della corsa, e degli “esordienti” della 42km (26,2 ml) e dei 90 para-atleti provenienti da tutto il mondo e delle celebrità impegnate in varie manifestazione di sensibilizzazione,  come la celebre Katie Price che ha sfilato per la British Lung Foundation. Ed ancora la storia di Maddie Warren che nella ricorrenza dei suoi venti anni di dialisi si “è regalata” l’impresa di portare a termine l’estenuante maratona primaverile in 7 ore, 26min e 19 sec.

Maddy aveva 13 anni quando nel 1997 improvvisamente sviluppò una condizione che attaccò i suoi reni: la Glomerulosclerosi Focale e Segmentale.
Maddy, del sud di Londra, aveva sintomi che indicavano insufficienza renale cronica. "All'inizio sono stata trattata con steroidi ad alte dosi, ma non ebbero alcun effetto - racconta oggi l’incredibile runner – Allora ho iniziato cicli di chemioterapia combinati con farmaci immunosoppressivi per fermare la malattia, ma niente ha funzionato".
Dopo un anno sottoposto a diversi trattamenti aggressivi per la malattia, infatti, i suoi reni fallirono e lei iniziò la dialisi peritoneale. Nel 2003 si è sottoposta al trapianto di rene donato da suo padre  ma purtroppo la malattia si è ripresentata nel nuovo rene quasi immediatamente. Attualmente, in attesa di nuovi sviluppi terapeutici si sottopone a trattamenti dialitici quotidiani notturni (6/7 ore ogni notte) al proprio domicilio.

Nonostante le sue condizioni Maddy, che ora ha 34 anni, ha affrontato ieri la prestigiosa Maratona di Londra ed è stata la prima paziente in dialisi ad averlo mai fatto.
 
"Mi sono sempre tenuta in allenamento, sia in pista che attraverso diverse avventure, ma sapevo che sarebbe stata una sfida completamente diversa" dice "Senza i reni, il mio corpo non può gestire autonomamente liquidi ed elettroliti, pertanto per me correre per cinque o più ore significa che devo essere assolutamente attenta ed ascoltare davvero il mio corpo."
 
"Pur sapendo che dipendo dalla macchina per la dialisi, senza la quale sarei morta, sapevo che dovevo adattarla alla mia vita e non viceversa", dice la consulente aziendale che partecipando a numerose iniziative sportive dal paracadutismo competitivo, all’alpinismo ed equitazione, ha contribuito a raccogliere migliaia di dollari per Kidney Care UK e Kidney Research UK.

Poi, la scorsa estate, ha deciso di prepararsi per la “Maratona di Londra 2018” per celebrare 20 anni di dialisi. "Mio padre ha corso la Maratona di Londra l'anno scorso per la prima volta, e ha 70 anni con un rene solo, quindi è stato la mia fonte d'ispirazione."

Al traguardo, incoraggiata da tutti gli amici e familiari, la Warren ha dichiarato: “Una delle migliori esperienze della mia vita… "
 
Collegamnto esterno La London Marathon 2018
Stampa la pagina